INSIEME PER ANDORA
FACCIAMO DI PIÙ E INSIEME


UN’ AZIONE COMUNE PUO’ DARE GRANDI RISULTATI

Insieme per ANDORA propone, innanzi tutto, un programma di metodo, basato sul permanente confronto, con reciproca stima democratica, tra maggioranza e minoranza, tra amministratori e amministrati, sulle cose concrete da farsi e sulle loro priorità per l’equilibrato sviluppo economico e sociale della Comunità Andorese.

INDIVIDUIAMO ALCUNI CONCETTI CHE DOVRANNO ESSERE ALLA BASE DELL’AZIONE AMMINISTRATIVA:

    • Sviluppare una stretta collaborazione con le associazioni di categoria, sociali ed economiche, operanti nel nostro Comune.
    • Svolgere attività di confronto dialettico con il massimo del coinvolgimento della cittadinanza sui problemi e soluzioni da adottare per migliorare la qualità della vita
    • Avere un ruolo di raccordo tra i cittadini e l’amministrazione e con gli Enti sovra comunali.

Tenendo come base i concetti che sopra abbiamo evidenziato esaminiamo, seppure in modo sintetico, l’azione amministrativa che si intende sviluppare nei diversi settori, prendendo in esame nello specifico:


INFRASTRUTTURE, SERVIZI, SALUTE E SICUREZZA

COMPLETAMENTO E VALORIZZAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE GIÀ ESISTENTI.

    • Porto – sistemazione definitiva sia con la realizzazione delle opere a terra sia con larealizzazione delle opere a mare e primaria verifica della sicurezza della diga foranea. Controllo nuova progettazione in caso la precedente non fosse ancora stata approvata definitivamente dalla Regione. Rivisitazione del regolamento utente.
    • Passeggiata “Andorese” – studio e realizzazione di un percorso turistico di collegamento “ponente-levante” con possibilità di strutture di ristoro.
    • Parco delle Farfalle – verifica fattibilità revisione e messa a norma della struttura esistente ai fini ludico-sportivi delle società sportive che già vi operano.
    • Zona Ex-Ariston – Coordinamento della definizione progettuale della stessa al fine di dare via libera ad un progetto innovativo di riqualificazione dell’area e della foce del Merula.

RESTAURO E CREAZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE

    • Studio di fattibilità e programmazione per il recupero e restauro dell’immobile comunale Villa Laura, (da adibire a Polo Socio-Sanitario).
    • Recupero di Largo Milano (presso Palazzo Tagliaferro) all’uso pubblico con l’obbiettivo di creare una Sala Polifunzionale.
    • Ristrutturazione immobile ex asilo (Conna).

PISTA CICLABILE

    • Studio di fattibilità di pista ciclabile da Andora a Stellanello (lungo argine destro torrente Merula).
    • Messa in sicurezza propedeutica e pulizia preventiva delle aree dismesse da RFI anche se non ufficialmente, con una richiesta di utilizzo “in deroga”.

SERVIZI TECNOLOGICI (DEPURAZIONE, FOGNATURA ED ACQUEDOTTO).

    • Verifica dello stato dell’attuale convenzione con Rivieracqua Scpa.
    • Spinta ad una risoluzione dell’annosa problematica, allacciando la nostra rete fognaria al depuratore Territoriale di Imperia, tramite il posizionamento di condotta interrata sull’area FF.SS.della dismessa rete ferroviaria
    • Allaccio definitivo dell’impianto idrico sanitario asservente Conna, all’acquedotto comunale di Andora, per sanare così definitivamente la pluriennale carenza idrica della frazione, nei periodi estivi.

AMBIENTE

    • Revisione ed implementazione del piano della raccolta differenziata, attualmente fermo e creazione area per rifiuti speciali domestici.
    • Studio, progettazione ed eventuale ricollocamento del deposito della differenziata, non più idoneo e insufficiente per le esigenze attuali, in collaborazione con i Comuni limitrofi di Stellanello e Testico.
    • Individuazione zona e realizzazione di una discarica per inerti, la cui mancanza, oltre ad essere motivo di grave disagio per gli operatori, è causa di proliferazione di discariche abusive

URBANISTICA E VIABILITÀ

    • Riqualificazione delle aree verdi, arredo urbano sia centrale che nelle frazioni.
    • Rivisitazione viabilità e parcheggi
    • Verifica possibilità di incameramento nel patrimonio disponibile (altre aree) ed indisponibile (strade) adottando un atto unilaterale secondo la legge vigente
    • Verifica elenco delle strade vicinali e comunali e private.
    • Studio strategico di un “dettagliato piano zero”

CONSERVAZIONE E PROTEZIONE TERRITORIO

    • Richiesta ed utilizzo delle risorse Europee normalmente non utilizzate.
    • Messa in sicurezza dell’alveo del torrente Merula e suoi affluenti, tramite studio di fattibilità, di una programmazione, progettazione, risagomazione e manutenzione dell’arginatura.
    • Pulizia dei rii, canali e condotte bianche.
    • Regolarizzazione, regolamentazione e mappatura della sentieristica.

PIANO URBANISTICO COMUNALE

    • Vista la crisi e l’intenzione/indirizzo che si ha dell’edilizia futura, mirata non più a nuove costruzioni ma al recupero delle esistenti, attuare uno studio attento e finalizzato ad individuare possibili agevolazioni e incentivi per far sì che tali opere abbiano uno stimolo ad essere realizzate, portando benefici sia al territorio che a tutta l’economia.
    • Bonifica e rivalutazione della zona della nuova stazione ferroviaria.
    • Rivalutazione caseggiati agricoli per normare una nuova realtà in essere.
    • Sicurezza
    • Migliorare, tramite l’installazione di nuovi apparecchi di videosorveglianza, ampliandone la zona di controllo, l’azione preventiva di controllo contro furti, atti vandalici, incendi, discariche abusive ed illeciti aziendali; il tutto in stretta collaborazione con l’ufficio della Polizia Municipale.


SERVIZI SOCIALI, CULTURA e ISTRUZIONE

L’attività amministrativa in questo particolare settore dovrà porre la massima attenzione alle numerose e diverse problematiche che riguardano la persona dalla nascita, ed in alcuni casi anche dal periodo pre-natale, all’età anziana.
Il recupero di Villa Laura e la sua trasformazione in un “Polo-Socio-Sanitario” sono mirati a riguardo. La realizzazione di tale Centro Servizi Polifunzionale di pubblica utilità, ospiterebbe in un’unica struttura coordinata, tutti quei servizi che oggi il Cittadino per trovare, è costretto a spostarsi ad Alassio, Albenga o Imperia.

La nostra proposta è quindi:

    • Snellimento procedure amministrative comunali (controllo preventivo delle pratiche a livello formale)
    • Trasparenza. Verificare la possibilità di cambiare in meglio e più velocemente gli accessi agli atti
    • Migliorare l’assistenza domiciliare agli Anziani.
    • Asilo Nido. Analisi e manutenzione programmata della struttura nei termini della legislazione vigente.
    • Rivalutazione dei due centri sociali con nuove attività ricreative in modo da non farli “essere” solo per anziani.
    • In collaborazione con Confartigianato e Confcommercio organizzare corsi professionali.
    • Rivalutazione spazi biblioteca con revisione orari apertura. Progetto lettura per i più piccoli.


COMMERCIO

Il settore del commercio anche solo per il numero di esercenti, rappresenta un elemento fondamentale della nostra economia, che va aiutata e stimolata affinché possa meglio rispondere alle esigenze di carattere generale che il complesso economico locale, basato principalmente sul turismo, richiede.

La nostra proposta è quindi:

    • Rivalutazione della zona di ponente: incentivi per apertura nuove attività tramite defiscalizzazione nell’ambito delle leggi vigenti.
    • Ricerca aree di maggior peso economico per nuove attività
    • Zone per uffici da definire.
    • Trasformazione (e.g. Via Carminati) negozi sfitti – in cambio di destinazione in modo da rivitalizzare la zona (nuovo PUC)


AGRICOLTURA

L ’attività agricola del nostro Comune, in questi ultimi anni, si è particolarmente evoluta e specializzata e si presenta sul mercato con prodotti di alta qualità riconosciuti da tutti gli operatori del settore.

La nostra proposta è quindi:

    • Sviluppo e tutela delle produzioni tramite destinazione corretta dei flussi finanziari della Comunità Europea.
    • Affrontare il problema dell’utilizzo delle risorse idriche, da sempre oggetto di confronto tra le esigenze agricole e quelle potabili, pensando alla realizzazione di vasche, laghetti e/o invasi artificiali che garantirebbero, nei periodi di siccità, una adeguata scorta d’acqua.
    • Censimento con verifica dei terreni agricoli abbandonati per pulizia e sicurezza (confini)
    • Sostenere, valorizzare e promuovere i prodotti tipici della nostra vallata con la creazione di un mercatino con struttura fissa nella parte retrostante la chiesa centrale di Cuore Immacolato.
    • Promuovere manifestazioni al fine di far conoscere le nostre borgate con visite alle aziende del territorio
    • Ridurre e regolamentare le eccessive restrizioni di vincoli legati ad orari delle emissioni sonore a tutela dell’operato dei nostri agricoltori nelle zone di competenza.


SVILUPPO e PROMOZIONE

Sport, Turismo, Spettacolo ed Eventi

    • Collaborazione con tutte le società sportive esistenti sul territorio, sostenendo soprattutto i settori giovanili, per l’importanza della loro attività non solo ai fini sportivi, ma anche in termini sociali.
    • Promozione ed incentivazione di discipline sportive di vario genere all’interno della scuola.
    • Rivalutazione di Palazzo Tagliaferro da un punto di vista creativo, ricreativo, culturale e logistico.
    • Favorire il recupero del patrimonio edilizio in essere al fine di incrementare la capacità ricettiva turistica in strutture (B&B, Agriturismo, Agri-campeggio) non alternative, ma a completamento di quelle esistenti, soprattutto per lo sviluppo del turismo di lunga stagione.
    • Pubblicizzare tramite una “guida”, un percorso turistico-gastronomico della vallata Andorese, nella sua interezza.
    • Organizzazione manifestazioni di interesse Nazionale in
      sinergica azione “Sport – Turismo” nei periodi di bassa stagione
    • Ripristino di manifestazioni (in collaborazione tra Comune ed Associazioni) di valenza turistica importante (e.g. Rievocazione storica a Castello, Concerti comunali nella stagione Natalizia,
      Andora Jazz –itinerante)


ECOMOMIA, FINANZA E TRIBUTI

La razionalizzazione delle spese, con il giusto rapporto tra imposizione e servizi connessi, il mantenimento di una bassa pressione fiscale sulle attività commerciali, artigianali e turistiche, nonché sulle prime case saranno un aiuto all’economia locale.
In aiuto ad una gestione oculata delle spese correnti ci proponiamo di istituire un “Ufficio finanziamenti Europei”, al fine di poter accedere a quelle risorse, spesso inutilizzate, per migliorare il servizio al cittadino.